STIAMO CARICANDO IL SITO...
Image
PRENOTA ORA T. +39 (080) 222 8 222

La Masseria

Masseria San Giovanni situata nel cuore della Puglia, tra le immense distese di ulivi secolari della Valle d´Itria, a pochi passi dal Parco Regionale delle Dune Costiere e dal mare Adriatico di Savelletri e Torre Canne. Realizzata nella seconda metà del 1800 con il nome di Ottava Piccola, è un esempio tipico di masseria pugliese fortificata.

È un’esperienza indimenticabile, totalizzante, vera quella alla Masseria San Giovanni. Immersa nell’incanto del paesaggio Salentino, fra uliveti secolari, aranceti, orti e rigogliosi arbusti di rosmarino, spicca con i suoi volumi candidi e seducenti nella luce intensa del sole pugliese. L’impianto architettonico risalente al 1600, che presenta le caratteristiche tipiche delle masserie fortificate, è stato restaurato nel totale rispetto dei materiali e dei dettagli originari, per valorizzare una struttura unica al mondo che comprende anche una piccola chiesa del Settecento, intitolata alla Madonna di Madia. Le atmosfere accoglienti reinterpretano le molteplici funzioni passate, non ultima quella agricola, in un lifestyle contemporaneo, per diventare luogo di assoluto benessere: la natura potente diventa un antidoto allo stress cittadino, la cucina basata sui prodotti dell’orto è genuina e prelibata. Complice un territorio affascinante e ricco di umanità, che un tempo rappresentava il confine fra Oriente e Occidente, la Masseria San Giovanni rivela un percorso multisensoriale in cui cinema, arte e design si incontrano, diventando meta prediletta per chi vuole vivere l’autenticità di un’ospitalità cortese ed elegante, l’intensità di una quiete profonda, il piacere di un ristorante gourmet che propone esclusivamente prodotti del territorio.

Gli interni accoglienti e curati nei particolari sono arredati con sobria eleganza per restituire a ogni camera una straordinaria personalità: sotto le antiche volte a botte, riportate in luce per poter godere della magia del tufo leccese color miele, si animano pezzi di design e raffinati dettagli tessili. Una piscina perfettamente inserita nel paesaggio invita gli ospiti a vivere il giardino, accompagnandoli in un profondo percorso di riconnessione con la natura. Situata nella Contrada Ottava, nell’area di Fasano-Montalbano, la Masseria San Giovanni è inserita nel Bioitinerario della via Traiana, l’antica strada romana che collegava Roma con la Puglia.





Le due masserie, un tempo, facevano parte di un’unica proprietà della Mensa Vescovile di Monopoli che, intorno alla metà del XV secolo, fu data in permuta a Nicola Indelli, esponente di una nobile famiglia monopolitana, in cambio di terreni siti nei pressi del Canale di Pirro. I terreni di Ottava Grande sono stati tramandati di generazione in generazione, seguendo la linea di discendenza maschile della famiglia Indelli. È intorno alla metà del XVII secolo, con i due figli di Francesco Indelli, Antonio e Giuseppe che la proprietà subisce delle divisioni: il primo, riceve la masseria a torre e parte delle terre, l’altro eredita dei terreni su cui fa costruire una masseria che prenderà il nome di Ottava piccola.

Oggi la masseria, nuovamente di proprietà della Curia, è un complesso che, recentemente ristrutturato, ha conservato la propria autenticità, un antico frantoio di cui si conservano ancora l'antica macina, le presse e le cisterne per la raccolta dell’olio d'oliva. La masseria possiede una graziosa chiesetta dei primi del '700, un bell’agrumeto, un'aia in cui si affacciano sette locali adibiti un tempo a ricoveri del bestiame, il tutto circondato una distesa di olivi secolari poco lontani dal Dolmen di Montalbano e dalle meravigliose lame e gravine di origine carsica (solchi erosivi poco profondi, originate dal ruscellamento delle acque. Vi scorre acqua soltanto durante le piogge più intense, sono generalmente orientate in senso sudovest-nordest e sono caratteristiche della fascia costiera adriatica, costituiscono oggi dei corridoi ecologici importanti per la sopravvivenza di molte specie animali) . La via Traiana su cui è ubicata la masseria fa oggi parte della Ciclovia Adriatica, Itinerario n.6 di BicItalia. La masseria rientra nel Bioitinerario della via Traiana.